A tutta germogliazione!!!

20140317-120239.jpg

Ormai, anche grazie al germogliatore che mi hanno regalato i miei, sono in piena attività!

I germogli misti, di alfa alfa, di trifoglio, di fagiolo mugo, di grano e di broccoli non hanno più segreti per me. Tra l’altro quelli di broccolo mi piacciono proprio, sono leggermente dolci, gustosi al punto giusto.

Vincono il premio come germogli più cattivi quelli di ravanello. Persino Luna si è rifiutata di mangiarli, il che è tutto dire. Sarà che non amando i ravanelli forse me lo sarei dovuto aspettare, ma li ho trovati terribili.

Continuo ad avere difficoltà a far germinare i ceci (e secondo voi cosa ho messo a germinare ieri? La mezza mela ha commentato “oh, non sei testarda per niente, eh?!“) e ho dubbi sulla pseudo gelatina che tirano fuori i semi di lino e che mi fa un po’ senso. 

Sabato siamo andati dal vivaio e ho preso maggiorana, menta glaciale e aneto. Mai usati menta glaciale e aneto, quindi attendo suggerimenti!

Annunci

Germogli di ceci

A casa mezza mela, per ora, a fare la muffa sono stati i germogli di ceci 😦 Sto cercando di capire on line cosa abbia determinato questo insuccesso che mi ha portato a buttare dei bei ceci già con il loro germoglietto… Intanto, ovviamente, ne ho rimessi in ammollo una manciata per riprovare. Tra le possibili cause mi vengono in mente un eccessivo ristagno di acqua (e stasera procederemo a modificare il germogliatore di fortuna) o una scarsa areazione (idem come sopra). Se avete altre idee, ditemi pure, che voglio assolutamente perfezionarmi!

Le lenticchie intanto vengono su che sono uno spettacolo e da oggi sono in germogliazione anche una manciata di azuki 🙂

P.S. nel terrore che i miei sogni nel cassetto facciano la muffa, li sto piano piano tirando fuori. Ci vorrà tempo, pazienza e lucidità (che forse al momento mi manca), ma sento dentro di me aria di grandi cambiamenti e spero di non arenarmi sul più bello! [per fortuna ho un nutrito gruppo di supporters che fa il tifo per me: grazie!!!]

Io e i germogli

20140221-102617.jpg

Marco Bianchi è un grande sostenitore delle proprietà benefiche dei germogli. Leggendo in giro trovo altri entusiasti dei germogli e della loro autoproduzione. Mi è passata per la testa l’idea di comprare un germogliatore ma poi non avevo voglia di spendere soldi per una cosa che non sapevo se avrei usato. Leggendo Autoproduzione in cucina di Lisa Casali scopro che tutto sommato il germogliatore potrei farmelo in casa. Così sabato pomeriggio ho “piantato” i miei primi semi: delle semplicissime lenticchie. Come indicato le ho tenute al buio bagnandole due volte al giorno (il vassoio su cui si mettono deve essere forato in modo che l’acqua possa cadere nella vaschetta di raccolta sottostante) per tre giorni. Ieri invece le ho messe in mansarda sotto il lucernaio.

TADAN!!! Ieri sera abbiamo mangiato la prima metà dei germogli di lenticchia autoprodotti (non chiedetemi perché, ma sanno di piselli crudi) 😀 e ne abbiamo ancora per questa sera. Posso confessare che un po’ mi dispiaceva mangiarli? Mi ci ero affezionata 😉 Ora voglio sperimentare altri germogli, ma devo prima trovare dei semi che non siano conciati. Domani provo in giro per vivai. Cerco erba medica, broccoli, porri,… Cosa troverò?