Storia di una ladra di libri

The book thief l’ho amato profondamente. 

Il film sono andata a vederlo forte del parere positivo di Sabry e devo dire che sono uscita molto soddisfatta. Solo all’inizio ho avuto una piccolo perplessità perché nella mia testa mi ero immaginata una voce narrante femminile, ma Stefano Benassi riesce magistralmente a rendere “il personaggio” al meglio. 

Per il resto ho trovato il film davvero all’altezza delle mie aspettative. Bella la fotografia, bravissima Sophie Nélisse nei panni di Liesel e semplicemente perfetti Geoffrey Rush ed Emily Watson nel ruolo dei genitori. Rudy è adorabile! Il film ha soddisfatto anche la mezza mela che non aveva letto il libro e che di solito fugge le storie del genere.

Inutile dire che ho pianto in modo imbarazzante, alla fine avevo proprio i singhiozzi (solo io tra i venti spettatori in sala, com’è possibile???) e sono uscita con gli occhi gonfi come palloni. Fortuna che avendo già pianto per il libro ero preparata! 😉

Consigliatissimo, ma prima leggete il libro!!! 

The Croods

Adoro i cartoni animati e la primitiva famiglia dei Croods non può che conquistare. 🙂 Io ovviamente mi sono innamorata di Laccio!

All’uscita la mezza mela: “Carino, però un po’ più da bambini del solito“. Io: “da bambini??? Ma se io ho pianto!?!?O_o

Nel momento clou, un po’ buio e drammatico, si sente una vocina di una bimba sui 5 anni in sala: “Papà!!! Ho paura!!! Accendi la luce e cambia cartone!!!” 😀

Ultimo tango a Parigi

Dopo l’intervista di Bertolucci fatta da Fazio a Che tempo che fa, io e la mezza mela abbiamo deciso che non potevamo continuare a vivere nella nostra ignoranza e dovevamo colmare le nostra lacune vedendo almeno qualcuno dei film del grande regista.

Abbiamo cominciato con il suo film più discusso e scandaloso Ultimo tango a Parigi. Mi sento di confessare che non mi è piaciuto. Non che sia un brutto film, per carità, si vede che ogni scena è pensata, ragionata, scelta con cura, ma alla fine mi è sembrata mancare un po’ la storia. Certo ora che l’ho visto capisco perché quando uscì nel 1972 fece così tanto scalpore. Decisamente rompeva gli schemi, ma nonostante questo non mi ha convinta.

Proveremo con qualcosa di più recente.

NOTA DI COSTUME: quando il film fu finalmente diffuso nelle sale, mio nonno e mia nonna andarono a vederlo. Alla scena del burro, semplicemente, mia nonna si alzò ed uscì dalla sala. Non rivolse la parola a mio nonno fino al giorno dopo ritenendolo “colpevole” di averla portata a vedere una porcheria! 🙂

Happy Family

Quando è uscito al cinema me lo sono perso, ma ero troppo curiosa e ho voluto recuperare, anche perchè Fabio De Luigi mi piace troppo (per me il suo gatto in Love Bugs non troverà mai rivali!!!).

Il film, particolare, è metacinema allo stato puro. Il protagonista scrive la sceneggiatura di un film e ad un certo punto la sua vita vera e quella che sta inventando si intrecciano indissolubilmente, tanto che i suoi personaggi escono dal pc e comunicano con lui. Palese il richiamo a I soliti sospetti (roba che l’ho capito persino io che non sono proprio quella che si dice un’intenditrice di cinema). Il film però mi è piaciuto.

De Luigi ha delle espressioni meravigliose e mi è piaciuto anche Abatantuono che di solito non mi fa impazzire… sarà merito del “mofu”? 😉

Il monologo iniziale merita davvero…

Bastardi senza gloria

(N.B. io e Tarantino non siamo sulla stessa lunghezza d’onda. Il suo stile non fa proprio per me. Non capirò nulla di cinema, ma tant’è!)

Dopo aver sentito tanto parlare (e prevalentemente bene) di Bastardi senza gloria, mi sono fatta prestare il dvd e mi sono accinta alla visione. Vi è mai capitato leggendo libri sugli orrori della seconda guerra mondiale e sull’olocausto di pensare “che bastardo, so io cosa ti avrei fatto???“? Ecco, Tarantino ci ha fatto un film.

Nella Francia occupata dai nazisti, la giovane ebrea Shosanna Dreyfus assiste all’uccisione di tutta la propria famiglia per mano del colonnello nazista Hans Landa (Christoph Waltz, appena premiato con un Oscar come miglior attore non protagonista). La ragazza riesce a sfuggire miracolosamente alla morte e si rifugia a Parigi, dove assume una nuova identità e diviene proprietaria di una sala cinematografica. Contemporaneamente, in Europa, il tenente Aldo Raine (Brad Pitt) mette assieme una squadra speciale di soldati ebrei: noti come i Bastardi. I soldati vengono incaricati di uccidere ogni soldato tedesco che incontrano (e lo fanno con tantissima fantasia) e prendere loro lo scalpo.

Non so dire se il film mi sia piaciuto. Certamente alcune scene non le dimenticherò facilmente e alcuni spunti sono interessanti e degni della sua fama di genio, ma Taratino continua a non essere “il mio tipo”.

Avatar

Sabato sera siamo andati a vedere Avatar. Con tutto quello che hanno detto e scritto mi sembra ci sia poco da aggiungere.

La trama è semplice e lineare. L’amore e la lotta Bene Vs Male non sono temi originali, ma sono degli evergreen che uniti ai magistrali effetti speciali rendono il film davvero piacevole. L’abbiamo visto in 3D e devo dire che merita i 10€ di spesa. Pandora è talmente bella che a tratti sembra impossibile non esista davvero. Le scene di notte, con i fiori florescenti, mi hanno letteralmente incantata.

Nel complesso giudizio positivo, le 2ore e 40 volano e quando il film finisce dispiace un po’ lasciare i protagonisti. Sigourney Weaver è bravissima, ma anche gli altri attori mi sono piaciuti. Unica nota negativa è che dopo tutto quel tempo con gli occhiali 3D avevo gli occhi infuocati e non la smettevano più di lacrimare 😐 ovviamente è seguito un mal di testa boia.

A Christmas Carol

Sabato, quasi fuori tempo massimo, ho trascinato la mezza mela a vedere A Christmas Carol. Che bello!!! 😀 Sarà che sono cresciuta con il classico Canto di Natale della Disney (quello con Topolino e zio Paperone), ma ho proprio apprezzato!!! 🙂

La storia è quella straconosciuta e sempre attuale di Charles Dickens: il vecchio e avaro strozzino Ebenezer Scrooge (meraviglioso con il volto e le movenze di Jim Carrey) non ha alcuna intenzione di condividere le gioie del Natale. Né con il nipote Fred né con il suo dipendente Bob, che riceve uno stipendio da fame e ha una famiglia numerosa, né tantomeno con chi gli chiede sottoscrizioni in favore dei più diseredati.  La notte della vigilia compare però, terrorizzandolo, il fantasma del suo socio in affari Marley, morto sette anni prima. Marley gli annuncia l’arrivo di tre Spiriti. Uno gli mostrerà i suoi Natali passati, uno quello presente e l’ultimo quello futuro in cui lui sarà morto e nessuno avrà un buon ricordo della sua esistenza…

Il testo è stato seguito quasi fedelmente e dà magnifici risultati nell’intreccio con la nuova tecnologia 3D. La neve è meravigliosa, i paesaggi, la città vista dall’alto, le ambientazioni sono davvero degne di nota. Il risultato è un bel film, profondo e che fa riflettere, una storia che fa amare il Natale. Decisamente più adatta ai grandi che ai bambini.

Up

Contiene Spoiler!!!

Sabato sera siamo stati a vedere Up. Poco prima di entrare in sala mi arriva un sms di Reganisso: “ATTENZIONE ATTENZIONE! I primi 5 – 10 minuti di film si piange! GIURO! fazzoletto alla mano!“. Essendo lei nota per il suo cuore tenero ho pensato che esagerasse e invece… Mamma che lacrimoni!!!

Il cartone è molto carino, curato, ma la storia di fondo è irrimediabilmente triste. Ci sono il lieto fine, i buoni sentimenti, le risate (Russell fa delle espressioni adorabili), ma di fondo la tristezza resta. Bello, ma non da ridere!

Nota personale: questo è in assoluto il film con i titoli di coda più belli tra tutti quelli mai visti. Mi sono piaciuti un sacco!!!

L’era glaciale 3 – L’alba dei dinosauri

Sabato sera ho trascinato la mezza mela dall’altra parte del mondo per vedere L’era glaciale 3 in 3D (possibile che in tutta Roma ci siano solo 6 o 7 sale???). Il terzo film della saga merita davvero! Dopo un secondo episodio sotto tono e un po’ deludente, sono tornati alla grande con un film carino, divertente e coinvolgente.

Manny ed Ellie aspettano il loro primo cucciolo e il possente mammuth è in brodo di giuggiole. Non si accorge, quindi, dell’imbarazzo malinconico di Diego e di Sid che decidono di allontanarsi, non potendo condividere la realtà della famiglia. Ma basta l’ennesimo guaio in cui Sid riesce ad infilarsi per ricompattare il singolare branco.

Il bradipo è semplicemente meraviglioso, Scrat che si innamora è imperdibile, azzeccatissimo è il nuovo personaggio di Buck. Molto bello il mondo dei dinosauri creato dagli autori. Davvero carino e divertente!!! 🙂

Questo film, poi, è stata la mia prima esperienza del 3D al cinema. L’effetto è molto coinvolgente, si avverte davvero una profondità nell’immagine, certi personaggi sembrano proprio affacciarsi fuori dallo schermo. Unica nota negativa è che forse sono un po’ troppo sensibile io, ma mi sembra che alla lunga gli occhiali diano fastidio, tanto da sollevare un po’ di mal di testa… a parte questo, però, mi sono troppo divertita!!! 😀

Fast and Furious 4

Io l’avevo detto alla mezza mela che questo film non lo volevo vedere. Lui ha risposto che avendo visto i primi 3 era suo “dovere morale” vedere anche il 4. E per rendere inattaccabili le sue argomentazioni, ha organizzato con altre persone per andare a vederlo mettendomi nelle condizioni di non poter dire di no. Questo gli costerà la scelta di ben 4 film da parte mia.

Fast and Furious – Solo parti originali l’ho trovato davvero pessimo. Tralasciamo la debolezza della storia (Negli anni che ha passato in fuga dalle autorità, il ricercato Dominic Toretto ha messo in piedi una nuova vita – e un’attività illegale – nella Repubblica Domenicana. Dopo l’ultimo colpo andato a buon fine, non senza qualche rischio, decide di darsi nuovamente alla macchia per non mettere nei guai i suoi soci. A riportarlo a Los Angeles sarà l’immatura scomparsa di una persona cara e la sete di vendetta). Il problema di fondo è che non è nemmeno un film d’azione degno di nota. Gli inseguimenti in macchina sono davvero solo uno sfondo alla vicenda, sono irreali che a confronto è più credibile Tom Cruise in Mission Impossible (vogliamo parlare della corsa nella miniera???!!!). Gli effetti speciali sono sembrati pessimi persino a me che di queste cose non sono una gran cultrice. Le scene con la faccia di Vin Diesel “appiccicata” sullo sfondo che si muove, sono di una tristezza cosmica.

BRUTTOOOOO!!! 😦