Di quando ho visto gli stambecchi

Questa estate abbiamo camminato in lungo ed in largo nel Parco Nazionale del Gran Paradiso. Dopo aver visto e fotografato volpi, camosci e marmotte, la mezza mela si è messa in testa che dovevamo vedere gli stambecchi.

Vederli d’estate è tutt’altro che facile, salgono in alta quota e questo vuol dire che a meno che non si dorma in rifugio ci si deve preparare a camminate e salite davvero impegnative. In più ci vuole la fortuna, perché non è che stiano sempre fermi nello stesso posto ad aspettarti. 

Io dopo i primi due giorni andati a vuoto, ho pensato che mio marito stesse in realtà tentando di uccidermi. 

Poi li abbiamo visti. E io sono rimasta senza parole (sarà stata la salita?).

Ne ho parlato su chicks and trips, perché un’esperienza così non si dimentica!

Annunci

Deforestazione Zero

Quando vado a portare i rifiuti al punto per la raccolta differenziata mi sembra sempre di fare qualcosa di importante (e con stupore mi sono accorta che c’è sempre più gente che la fa e da un paio di mesi si è aggiunta anche la raccolta della latta che mancava all’inizio dell’operazione).

Già che mi sento più “buona”, vi segnalo anche questa iniziativa. Potete scaricare qui la guida di Greenpeace per scegliere prodotti di carta realizzati nel rispetto della natura (con alte percentuali di fibra riciclata o certificata FSC e sbiancata senza l’utilizzo di composti a base di cloro).