La maledetta lista dei 10 libri di Facebook

Gira questo gioco su Facebook in cui ti taggano e tu devi scrivere la lista dei dieci libri che ti hanno segnata/formata.

Dopo il quarto tag mi sono arresa e senza pensarci troppo su (errore!) ho messo questa:

1. Jack Frusciante è uscito dal gruppo di Brizzi
2. Il rosso e il nero di Stendhal
3. Madame Bovary di Gustave Flaubert
4. Due di due di De Carlo
5. Harry Potter (tutto)
6. Fiore di neve e il ventaglio segreto di Lisa See
7. La saga dei Malausséne di Pennac
8. In nome della madre di De Luca
9. Memorie di Adriano della Yourcenar
10. I malavoglia di Verga

Il tempo di premere Pubblica e già non ero più soddisfatta della mia scelta. Il fatto è che qui bisogna ragionarci su seriamente, non si possono fare le scelte di getto. E allora ci riprovo, motivando anche le scelte precedenti. Con più metodo e barando un po’ sul numero finale dei libri.

1. Va’ dove ti porta il cuore di Susanna Tamaro, letto in primo superiore. Lo so che vi sono venuti i brividi, ma per me che sono una lettrice tardiva, l’incontro con questo libro ha rappresentato l’apertura di una nuova dimensione: la scoperta dei libri che parlavano a me e di me, i libri che ti viene voglia di copiarti ogni frase, quelli che assorbono totalmente. In quarto poi è stato Jack Frusciante è uscito dal gruppo di Brizzi a sconvolgermi la vita, con un protagonista che parlava come me e indossava i miei amati Dr. Martens.

2. Il rosso e il nero di Stendhal, letto in quarto superiore. Rappresenta la scoperta che non sempre i libri imposti dai prof sono di una noia mortale e certi ti viene voglia di leggerli nonostante tutto. Rientrano nella stessa categoria I malavoglia di Verga e I promessi sposi di Manzoni.

3. Madame Bovary di Flaubert. Letto prima per conto mio e poi di nuovo in francese durante le vacanze del quarto. La scoperta che amo i libri con donne come protagoniste. Mi piacciono le figure complicate, diverse da me ma che sotto sotto mi somigliano, le eroine senza paura e preferibilmente con la lingua lunga. Tra le altre donne che ho amato ci sono quelli di Fiore di neve e il ventaglio segreto di Lisa See, Memorie di una Geisha di Golden, Jane Eyre della Bronte e le magnifiche e sfaccettate protagoniste della Austen, di cui sopra ogni altra amo Lizzy di Orgoglio e pregiudizio. Purtroppo Anna Karenina non ha lasciato in me la stessa impronta, per questo ogni tanto mi torna la voglia di leggerlo, per darle un’altra chance.

4. Ovviamente ho attraversato il periodo dei romanzi di formazione (e se mi capitano non li disdegno) e tra tutti ho amato Due di due di De Carlo, Narciso e Boccadoro di Hesse e Tutti giù per terra di Culicchia.

5. Mi hanno segnata sicuramente le splendide penne di Benni e Pennac. Saltatempo mi ha incantata e di Benjamin Malaussène e la sua magnifica famiglia sono innamorata. Forse il più amato è Il paradiso degli orchi, ma sono perché tutto è nato da lì, mentre Come un romanzo non mi stancherei mai di leggerlo.

6. Amo i libri che pretendono da me attenzione e concentrazione per essere assaporati fino in fondo. Memorie di Adriano della Yourcenar ti prosciuga le energie e in cambio di riempie la mente. Cent’anni di solitudine di Marquez vuole la tua concentrazione, ma ti regala pagine di pura poesia.

7. Tra i romanzieri poeti non posso non amare De Luca alla follia. In nome della madre è un incanto.

8. Harry Potter è stata la scoperta che tornare a guardare il mondo con gli occhi dei bambini è la cosa più incantevole che ci sia. La Rowling su questo fronte è imbattibile e se devo scegliere un libro della saga, scelgo lo stesso criterio usato con Pennac; Harry Potter e la pietra filosofale, perché il mio amore è nato lì.

9. A neve ferma di Stefania Bertola è tra tutti i suoi quello che sceglierei per rappresentare la perfetta armonia tra una storia per raccontate e quel groviglio di voci e personaggi che si accalcano e che amo.

10. A questo punto mi sento già molto più soddisfatta della mia lista. E mi voglio anche prendere il lusso di rispondere come ha fatto Bookaholic: “quello che non ho ancora letto“. Affermazione quanto mai vera se si considera che solo da poco ho scoperto La storia infinita di Ende e Ascolta il mio cuore dalla Pitzorno. Chissà che meraviglie mi aspettano… ed io ancora non lo so!

One thought on “La maledetta lista dei 10 libri di Facebook

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...