Romeo e Giulietta. Ama e cambia il mondo.

La figlia di amici dei miei sarebbe dovuta venire a Roma lo scorso week end e aveva preso i biglietti per andare a vedere il musical di Romeo e Giulietta. Purtroppo poi le è venuta una tremenda sciatalgia ed è stata costretta a rimandare la visita romana, quanto ai biglietti è stata carinissima e me li ha regalati.

Sabato sera, quindi, dopo una giornata dai miei nonni ho trascinato senza alcuna pietà la mezza mela a vedere Romeo e Giulietta. Ama e cambia il mondo. Le mie perplessità maggiori riguardano il fatto che non penso che il musical sia il genere adatto per rappresentare una tragedia come quella shakespeariana. Il risultato mi è sembrato un po’ forzato, anche perché, sarò strana io, ma vorrei per una volta vedere Romeo e Giulietta ed uscire da teatro commossa, non canticchiante. Inoltre certe scelte mi sono sembrate un po’ forzate, ricorderò male io (e voglio verificare) ma non mi sembra che Shakespeare fosse così concentrato sull’aspetto lussurioso della vicenda.

Nulla da dire sulla realizzazione. Bravissimo tutto il cast, belle le musiche e le coreografie. A me è piaciuta molto anche la scenografia che è praticamente tutta digitale con l’ausilio di pochi pannelli mobili. La mezza mela invece non era molto convinta sul punto, l’ha trovata una scelta “facile”, anche se ha dovuto ammettere che in certi momenti era di grande impatto.

Pubblico pieno di giovanissime, anche per la scelta del cast. Romeo è Davide Merlini (ex X-Factor), Mercuzio è Luca Giacomelli Ferrarini, il Principe è Leonardo Di Minno (ex Amici),…

Spettacolo godibile, non c’è dubbio, ma resto dell’idea che il musical non si adatti a Romeo e Giulietta.

3 thoughts on “Romeo e Giulietta. Ama e cambia il mondo.

    • sì, anche la lettura di Romeo e GIulietta in chiave così moderna è di sicuro uno stimolo per i giovani, tanto che la sala era piena di under 20 e questo non può che essere un bene!
      E comunque i ragazzi sono tutti davvero bravi, in questi casi ben vengano i talent!

  1. Forse hanno voluto “modernare” la storia proprio per attirare un pubblico molto più vasto di quello che generalmente va a teatro (e dei 3 citati conosco solo Davide Merlini .. )

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...