Le meraviglie del mercato la mattina presto

Compatibilmente con gli impegni, di solito il venerdì mattina, prima di andare a Studio, passo al mercato settimanale e prendo il pesce. Ho il mio banco di fiducia e vado a colpo sicuro. Con un po’ di fortuna sfuggo anche alla ressa, sennò prendo il mio bel numeretto e aspetto.

Stamattina mentre stava per toccare a me arrivano tre signore sulla settantina (non posso dire “vecchie” che se lo sa nonna non mi invita più a pranzo!). Già dal caos che hanno generato per prendere il numero si capiva il tipo: stracciamaroni, maleducate che metà bastava, di quelle che siccome sono uscite loro, il mondo era meglio se stava a casa. Una delle tre in particolare ha attirato la mia attenzione e fatto partire il giramento di palle che prima del caffè della mattina ha il meccanismo estremamente sensibile: accento partenopeo che mi ha ricordato un’odiosa parente acquisita e tentativo pur di passare avanti di tirarmi via i piedi con il carrello della spesa. A seguire passeggio davanti al banco avanti e indietro perché lei doveva vedere bene il pesce, perché lei ci capisce, perché lei lo conosce. Sì, vabbé, ma non è il turno tuo, quindi levati dalle palle!

Ad un certo punto le perle di scienza che certi soggetti non possono fare a meno di comunicare al mondo sono arrivate. La partenopea esaltava la diversità del pesce di mare rispetto a quello allevato, che lei lo riconosce a vista (e pure se la signora del banco le ha detto che le orate erano pescate lei insisteva che non era vero…). Allora l’amica le ha detto di aver sentito alla televisione che è meglio il pesce d’allevamento di quello pescato in mare, perché negli allevamenti l’acqua la cambiano (???!!!) ed è sicuro (???) che è pulita, mentre quello pescato in mare magari si è nutrito in zone inquinate. E lei a questo punto non ha saputo resistere alla tentazione di dimostrare quanto conosce il pesce, ha indicato i calamari (mentre io li stavo comprando!!!) e ha detto con tono cospiratorio alle amiche “questi vanno alla foce dei fiumi e si mangiano i topiO_o

Confesso di aver cercato su internet, ma persino google si rifiuta di avallare una cosa simile… La mezza mela si sta ancora rotolando dalle risate.

6 thoughts on “Le meraviglie del mercato la mattina presto

  1. Mamma mia che soggettone!!!:D
    Certo al “si mangiano i topi” avrei lanciato un’occhiata assassina spero,anche se per l’assurdità della cosa c’è + da ridere…

  2. ma la domanda nasce spontanea: ma poi a studio avete il frigo? oppure torni a casa e posi il pesce prima di andare a lavoro?
    no perché mi immagino per i corridoi della cancelleria il profumo dei calamari carnivori 😉

    • abbiamo il frigo a studio e siccome tutte compriamo il pesce di solito il venerdi, ti lascio immaginare il profumo quando lo apriamo per prendere l’acqua! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...