Eredità

Più riguardo a Eredità

Dopo la vacanza in Sud Tirol mi era venuta voglia di approfondire la conoscenza della storia di questa parte del nostro paese e il nuovo libro di Lilli Gruber prestatomi dalla suocera non poteva arrivare in un momento migliore.

La Gruber parla della storia della sua famiglia a partire dalla sua bisnonna Rosa Tiefenthaler. Grandi possidenti terrieri, produttori di vino ed instancabili lavoratori, gli avi della Gruber erano legati a doppio filo al territorio sud tirolese dove erano sempre vissuti. La fine della prima guerra mondiale e la spartizione del Tirolo crea necessariamente una destabilizzazione in quei territori dove si guardava con benevolenza agli italiani mentre non si tollerava la burocrazia dell’Italia. Le cose peggiorano con l’avvento del fascismo, con la decisione assurda di Mussolini di “colonizzare” quelle zone, di proibire l’uso del tedesco e delle consolidate tradizioni. La proibizione genera un attaccamento ancora maggiore e poi l’illusione che la risposta ai problemi sia nel nazismo, in Hitler che finalmente li salverà. In realtà la storia ha altri progetti e in un percorso sempre più tortuoso Mussolini arriverà alla fine alla folle decisione di imporre l’opzione: o in Italia abbandonando le proprie tradizioni e la propria lingua, o in Germania abbandonando le proprie terre e i propri beni.

Inizialmente ho avuto un po’ di difficoltà con lo stile delle Gruber, lo trovavo discontinuo, un avanti e indietro tra passato e presente che non mi faceva entrare nella storia. Poi il libro prende il via e alla fine mi è dispiaciuto dovermi separare dai membri della famiglia. Bello, emozionante e interessante. Da leggere, secondo me.

6 thoughts on “Eredità

  1. Non ci ho mai pensato a leggere un libro della Gruber… chissà se lo farò prima o poi, certo che l’idea di questo romanzo sembra interessante, parla di una storia per me lontana ma proprio per questo suggestiva…

    • Confesso che per me era una storia pressoché sconosciuta, soprattutto la parte riguardante il trattamento che Mussolini ha riservato ai sud tirolesi, e proprio per questo l’ho apprezzata ancora di più.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...