La piscina figa

Io e le colleghe andiamo, in pausa pranzo, in una piscina vicino Studio. La struttura fa parte di un’importante rete di centri sportivi, qualcuno anche “in”, ma la nostra è una banale piscina condominiale che nei mesi invernali viene affittata per attività sportiva. L’ambiente è molto familiare, nonostante si trovi potenzialmente in una zona di snob la struttura poco alla moda scoraggia quelle con la puzza sotto il naso e noi di acqua gym abbiamo ormai formato un gruppo consolidato. 

Per i mesi estivi ci trasferiamo in altre piscine che fanno parte dello stesso gruppo. Quest’anno, in via promozionale, abbiamo accesso con lo stesso abbonamento a 2 diverse strutture. Una è la nota piscina all’aperto dove siamo andate anche gli scorsi anni, il nostro istruttore tiene lezione lunedì, mercoledì e giovedì. Bella piscina, sole magnifico da prendere mentre si fa lezione, struttura assolutamente nella norma, spogliatoi totalmente privi di impianto di ventilazione, ma pazienza. Questa è quella dove andiamo praticamente sempre.

L’altra è una palestra in uno dei quartieri più snob/fighetti di Roma, c’è lezione il martedì e il venerdì. La gente che la frequenta sembra tutta avere un palo … ehm … vabbè, avete capito… e i nostri modi anche solo di chiacchierare e scherzare nello spogliatoio attirano occhiate disgustate. Io in una palestra così non ci andrei manco se mi pagassero loro, ma nel mio caso è “compresa nel pacchetto” e con le colleghe siamo già andate qualche volta. La piscina in realtà è una bagnarola rispetto a quelle a cui siamo abituate, ma la struttura è pazzesca. Gli spogliatoi, poi, sono semplicemente un sogno. Le docce singole, ognuna con la sua porta a vetri, la luce blu nell’ambiente docce che crea un’atmosfera per cui potresti stare tre mesi sotto l’acqua. In questi spogliatoi non esistono incrostazioni di calcare, l’acqua scende alla perfezione da ogni singolo buco della “cipolla”. Sono più pulite del bagno di casa mia. Ci sono a disposizione almeno una decina di phon (tutti più fighi di quello che ho io a casa!), tre piastre, il detergente con i dischetti per struccarti, un’asciugatrice per i costumi (che non ancora provato, ma fremo!!!),… La lezione lì non è un granché, ma la doccia è una goduria supersonica. Io una cosa così non l’avevo mai vista.

Ormai una delle colleghe, se vuole andare lì, mi dice solo “oggi ci andiamo a lavare i capelli alla piscina figa?!?”🙂 per fare attività sportiva c’è bisogno delle giuste motivazioni!

(purtroppo su internet non ci sono foto decenti dello spogliatoio)

5 thoughts on “La piscina figa

  1. Mannaggia ce l’avessi io una simile motivazione. La palestra che frequento semiabitualmente è praticamente una famiglia dove nessuno è fighetto

    • per carità, i fighi da palestra meglio perderli che trovarli!!!
      Martedì mentre facevamo lezione nella sala attigua dove c’è l’accesso al bagno turco c’era un tipo sui 40 anni, tiratissimo, con asciugamano in vita che praticamente stava in apnea ogni volta che passava per mettere super in risalto la muscolatura straunta… ma per favore!!!!!!!! >.<

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...