Upside down

Secondo lunedì con biglietto del cinema al 50%. Questa settimana ne abbiamo approfittato per vedere Upside Down.

La storia si apre con la voce narrante di Adam, il protagonista, che descrive il suo mondo, reso unico dalla doppia gravità. Tale peculiarità è dovuta all’esistenza di due piccoli pianeti posizionati l’uno accanto all’altro, ma tra di loro indipendenti.
In questo mondo esistono tre fondamentali regole delle gravità:
1) Tutta la materia è attratta dal centro di gravità del pianeta da cui proviene, non l’altro.
2) In virtù della prima regola, il peso di un oggetto può essere controbilanciato con la materia del mondo opposto (“materia inversa”).
3) Dopo un variabile, ma solitamente breve, lasso di tempo, la materia a contatto con quella inversa dà origine alla combustione.

L’idea è carina, qualche dettaglio poteva essere curato meglio, qualche passaggio poteva essere reso più comprensibile e fluido. Secondo me solo due cose non vanno: 1. il finale l’hanno praticamente tirato via; 2. la fanno un po’ troppo facile questa rivoluzione dei mondi. Un po’ di sana opposizione dei cattivi ci sarebbe stata benissimo, anche perché questa facilità risulta in contrasto con quanto invece raccontato nel corso del film. Ecco, questo aspetto non mi ha convinta. Per il resto non è male.

7 thoughts on “Upside down

    • no, no, non è male. E’ che secondo me alla fine la fanno un po’ troppo facile, ma nel complesso il film è carino.

  1. Anche a me ispirava come film, ma ho già letto troppo recensioni dubbiose .. nessuna negativa eh, ma tutte con qualche perplessità. Aspetterò il dvd mi sa ..

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...