Le perle del Drago Verde

Più riguardo a Le perle del drago verde

La recensione di Auryn su questo libro dice già tutto quello che vorrei dire (vi consiglio di leggerla perché è accuratissima).

Quello che fa la differenza tra un bel libro ed un libro indimenticabile è tutto nel modo in cui riesce ad entrarti dentro, nel modo in cui riesce a farti sentire parte della storia, nel modo in cui riesce a farti preoccupare per i personaggi così come per i tuoi cari.

Lisa See migliora il suo stile ogni volta (anche se chi come me l’ha scoperta con Fiore di neve e il ventaglio segreto credeva fosse impossibile leggere di meglio). Nei suoi romanzi c’è la perfezione: l’introspezione dei personaggi, la storia avvincente, la documentazione e la cura del dettaglio che li rendono quasi storici e che azzerano la distanza di spazio e tempo con la Cina. Sei nella tua stanza, eppure sei al fianco di Joy.

Di solito gli autori, anche i più bravi, li si ama per un loro libro in particolare. Al momento se mi chiedessero di scegliere il mio libro preferito tra quelli letti della See non saprei scegliere. Rendo l’idea?

Le perle del Drago Verde è ambientato nella Cina di Mao, quella del Grande Balzo, quella degli Sputnik (missioni impossibili da compiere in sole 24 ore per dimostrare al nemico capitalista che la Cina è imbattibile), quella di una delle più grandi carestie che l’imbecillità umana sia stata in grado di provocare, quella delle morti di milioni di contadini sacrificati in nome della follia. Le voci di Joy, giovane cinese 18enne nata e cresciuta in America ma tornata in Cina per la voglia di contribuire al grande sogno cinese (e di riscattarsi), e Pearl, sua madre (“adottiva”) che la insegue per salvarla dal destino in cui si è inconsapevolmente buttata, si alternano nel narrare la storia. Come sempre nei romanzi della See sono le donne cinese le protagoniste indiscusse, sono loro che, nonostante la radicata idea che avere una figlia femmina sia una disgrazia, fanno la differenza senza arrendersi mai.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...