Il rumore dei baci a vuoto

More about Il rumore dei baci a vuotoLuciano Ligabue torna in libreria e lo fa con una raccolta di tredici racconti. E’ stranoto che io e questa forma letteraria abbiamo un rapporto conflittuale, ma questa volta non è solo colpa mia.

I racconti, salvo qualche passaggio che poteva essere migliorato, sono ben scritti, scorrevoli, lineari. Tutti sono pervasi da un insanabile male di vivere e da un soffocante senso di ineluttabilità del destino. Dove siano finiti la grinta e l’ottimismo che Ligabue mette nelle sue canzoni, è un mistero.

Il limite più grande di questi racconti è che alla fine si somigliano tutti troppo. Già dalle prime righe si avverte che la realtà è diversa da quella prospettata e infatti, sistematicamente, arriva il ribaltamento della situazione. Oppure c’è quella frase non detta, ma che si capisce che ruota tutto intorno a lei… insomma, decisamente sotto tono (e lontano anni luce dalla bellissima prova di La neve se ne frega, che ho adorato!).

6 thoughts on “Il rumore dei baci a vuoto

  1. Lo sto leggendo anch’io, è il mio libro da borsa. Lo leggo un po’ a pezzetti, ma questo è un libro che si fa leggere così, una lettura continuativa forse mette più in risalto gli aspetti che hai sottolineato te, e che concordo pienamente. C’è un’amarezza di fondo, ma c’è anche speranza, ogni storia ha un finale aperto, non è conclusa, si intuisce l’oltre, che ci sarà dell’altro, che lo stop è uno stop momentaneo.
    Penso che leggerò anche la neve se ne frega, dato che dici che è davvero bello!

    • Sarà che i racconti mi appassionano sempre (o quasi) meno di un romanzo, ma La neve se ne frega mi ha sorpresa positivamente e ne conservo un bellissimo ricordo (tanto che poi mi sono comprata e letta una graphic novel che è stata tratta dal romanzo)

  2. Luciano Ligabue si ispira moltissimo a Pier Vittorio Tondelli, suo concittadino, scrittore e molto, molto altro. Forse ti piacerebbe qualche suo romanzo, il romanzo più bello a mio parere è Camere Separate, una storia d’amore particolare, la storia di un uomo rimasto solo dopo la morte del compagno, molto toccante ed attuale, considerando che è un libro degli anni 90.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...