Letture e pensieri

Ho finito di leggere la trilogia di Hunger Games e mi sono immersa in un altro libro. La Collins riesce molto bene a descrivere le aberrazioni cui l’uomo sarebbe perfettamente in grado di cedere. La rassicurazione viene dal fatto che è tutta fantasia, nulla di Panem è vero.

Il libro che ho preso in mano ora è di Varlam Salamov, si intitola I racconti di Kolyma. La Kolyma è una desolata regione di paludi e ghiacci situata all’estremo limite nordorientale della Siberia. Qui vennero deportati da Stalin i “nemici” dello stato. Salamov descrive con lucidità spaventosa e calma agghiacciante episodi dei suoi venti anni trascorsi in quel “crematorio bianco”. La parte più dolorosa viene dalla consapevolezza che nulla di ciò che leggo è fantasia. L’uomo è stato in grado di superare con i fatti ogni più terribile immaginazione.

Affamato e inasprito, sapevo che nessuna cosa al mondo avrebbe mai potuto indurmi al suicidio. Proprio allora avevo cominciato a comprendere l’essenza del grande istinto vitale: una qualità di cui l’uomo è dotato in misura superlativa. Vedevo i nostri cavalli sfinirsi e spegnersi – non posso esprimermi altrimenti, né utilizzare altri verbi. I cavalli non differivano in niente dagli uomini. Il Nord, il lavoro troppo gravoso, il nutrimento scadente, le percosse, ecco cosa li faceva morire; e benché tutto ciò toccasse loro in misura mille volte più lieve degli uomini, essi morivano prima. Fu allora che compresi la cosa più importante, e cioè che l’uomo non è diventato uomo perché creatura di Dio, e neanche perché aveva in ognuna delle due mani quel dito straordinario che è il pollice. Ma anzitutto perché era fisicamente il più forte e resistente di tutti gli animali, e in secondo luogo perché era riuscito a mettere felicemente al servizio del principio fisico il proprio principio spirituale.” – Varlam Salamov –

8 thoughts on “Letture e pensieri

    • è che ero immersa ancora in quella sensazione fantastica del fantasy e mi sono accorta all’improvviso che nel nuovo libro di fantasy non c’era nulla…

  1. beh che l’uomo possa superare la fantasia ce ne possiamo rendere conto solo al guardare la Storia….Hunger Games a questo punto lo voglio leggere, ché ormai lo avete fatto tutti…e mi segno anche I racconti di Kolyma evitando però di leggerli uno dietro l’altro…:-)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...