Undici

Prima regola: raccontare 11 cose di te

1. ad un certo punto della mia vita ho scoperto che mangiare verdure non uccide. E’ stata una scoperta graduale, che ha avuto uno slancio improvviso dopo il matrimonio con la mezza mela. Lui ha operato il miracolo. Oggi quando mia madre mi vede mangiare verdure (ora ne mangio grandi quantità, sarà per reazione?) scuote la testa e mi dice “io non ti riconosco!”😉
2. pur amando la compagnia, sono formidabilmente introversa per quanto riguarda le cose “importanti” che mi riguardano. Di quelle parlo solo con poche, selezionate persone. Se poi sto male emotivamente, esaurito lo sfogo iniziale (di solito di pianto), covo tutto dentro finché non mi passa. Non è mancanza di fiducia nel prossimo, ma più convinzione che affliggere chi ho intorno non cambi comunque le cose allora provo quanto meno a “proteggerle” evitando di scaricare il mio malessere su di loro. Il mio è un ragionamento del cavolo, ma sono fatta così e per quanto mi sforzi, mi sento più al sicuro così.
3. la cosa in assoluto che più odio di me è che se mi innervosisco, se mi arrabbio, se vengo punta sul vivo e devo rispondere mi trema voce. Mi si mette un rospo in gola che mi impedisce di parlare se non tra le lacrime. Ovviamente per non piangere mi chiudo in un mutismo assoluto. Chi mi conosce sa che se non parlo, non tira buona aria!
4. se sono nervosa metto in ordine.
5. mi piacciono tantissimo le cose fatte a mano. Trovo che l’artigianato sia una forma d’arte estremamente affascinante e mi piacerebbe poter migliorare la mia manualità.
6. sono golosa ai limiti della decenza. Mi contengo solo per non diventare una mongolfiera.
7. mio papà ci ha abituate alla regola che lamentarsi non serve a nulla. Questo vale sia per la vita di tutti i giorni, sia per i piccoli problemi di salute. Le rarissime volte in cui dico “io non mi sento bene”, vuol dire che c’è davvero qualcosa di serio in ballo.
8. non riesco a togliermi l’orribile vizio di mangiare le pellicine intorno alle unghie. Periodicamente mi cimento, ma basta un po’ di nervosismo in più e riprendo.
9. le librerie esercitano su di me un fascino perverso. Quando entro lì dentro mi comprerei anche libri di fisica quantistica, così, solo per saperne di più…
10. non sono in grado di addormentarmi davanti alla tv, l’unica eccezione è se c’è il Gran premio di auto. Quel costante ronzio ha su di me un effetto soporifero mondiale.
11. dopo aver sofferto per anni e anni di mal d’auto, improvvisamente il fastidio è passato e, solo in autostrada, adoro leggere🙂 a volte per non far sentire la mezza mela troppo sola, leggo cose che interessano a lui ad alta voce.

Seconda regola: rispondere alle 11 domande poste da chi ti ha taggato (queste sono le domande di Katiu)

1 – Un uomo che ammiri? mio papà
2 – Una donna che ammiri? mia mamma
3 – Un periodo storico in cui ti sarebbe piaciuto vivere? direi l’800
4 – Una giornata di shopping sfrenato: il primo negozio dove entreresti è ..? un centro commerciale di quelli con almeno 120 negozi😉 perché limitarmi???
5 – Vorresti un mondo senza .. ? guerra, ingiustizie, fame…
6 – Il viaggio che non rifaresti mai? Nessuno, ogni viaggio è una scoperta, un’esperienza e un’avventura e per ora tutti mi hanno lasciato ricordi speciali
7 – Se vincessi alla lotteria chi avviseresti per primo? la mezza mela
8 – Nel carrello della spesa cosa non manca mai? frutta e verdura
9 – Tre parole per descrivere il nostro paese. Ricco, sciocco, superficiale
10 – Tre parole per descrivere te stessa. Orgogliosa, testarda, permalosa. Mi concedo un pregio: solare.
11 – Completa la frase: “C’era una volta un Re …” “…che disse alla sua serva raccontami una storia…” (è partita in automatico dopo che ho letto l’incipit)

Seconda regola (di nuovo): rispondere alle 11 domande poste da chi ti ha taggato (queste sono le domande di Reganisso)

1. Cosa ami fare nel tempo libero? leggere, cucinare, uscire con la mezza mela, viaggiare, …
2. L’ultimo pensiero prima di addormentarti? di solito è collegato a quello che sto leggendo o a qualcosa che mi è successo o a qualcosa che mi attende… se mi vengono brutti pensieri, mi faccio suggerire dalla mezza mela qualcosa a cui pensare🙂
3. Il libro/film del quale vorresti essere uno dei protagonisti e perché. Harry Potter!!! Sono strega dentro!!!😉
4. Gli ufo ti contattano, paura? Forse all’inizio, ma poi sarei incuriosita
5. E’ sabato sera, che si fa? Non c’è una regola, si fa quello che ci va!😉
6. Vengo in vacanza nella tua città: dove mi porti e cosa non devo assolutamente perdermi? nel posto di Roma che è tra quelli che amo di più: piazza navona, di sera, d’estate
7. Vengo in vacanza nella tua città: che specialità culinaria mi fai trovare a tavola quando mi inviti da te? non sono fortissima sulla cucina romanesca, ma una bella carbonara la cucino sempre volentieri (pure se Reganisso mi viene a trovare a luglio😉 )
8. Consigliami un libro che ti è strapiaciuto. Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen
9. Consigliami un film che potrebbe piacermi. Quasi amici
10. Per un mondo migliore: più … e meno … ? più rispetto degli altri, meno ingiustizie
11. Come ti vedi tra 11 anni? questa la salto

Terza regola: scrivere 11 domande per coloro che taggherai

1. la cosa che più ti spaventa?
2. il tuo primo volo aereo?
3. quanto conta per te l’aspetto fisico e quanto te ne curi?
4. una cosa che non mangeresti nemmeno sotto tortura?
5. la parolaccia che dici più spesso?
6. se fossi il personaggio di un libro, saresti…
7. il piatto che cucini meglio?
8. uccideresti chi…
9. quanto conta il giudizio degli altri?
10. il libro che hai riletto più volte?
11. shopping: solo negozi o anche mercatini?

Quarta regola: taggare 11 blog

Molti dei blog che seguo hanno già fatto il gioco e/o sono stati taggati, quindi non indico nessuno, ma chiunque voglia rispondere alle mie domande (magari anche nei commenti al post) è bene accetto!!!😉

10 thoughts on “Undici

  1. anticipo la katiu, che lo so che lei risponderà!
    1. la cosa che più ti spaventa? perdere i miei cari
    2. il tuo primo volo aereo? Lampedusa
    3. quanto conta per te l’aspetto fisico e quanto te ne curi? conta, ma non in modo ossessionante. e vado a momenti:in questo momento sto cercando di curarlo più del solito.
    4. una cosa che non mangeresti nemmeno sotto tortura? qlcs tipo trippa o simili, piuttosto formiche fritte!
    5. la parolaccia che dici più spesso? minch*a
    6. se fossi il personaggio di un libro, saresti…
    7. il piatto che cucini meglio? le tigelle
    8. uccideresti chi…fa del male a bambini e animali
    9. quanto conta il giudizio degli altri? abbastanza
    10. il libro che hai riletto più volte? dracula e la serie della Ward
    11. shopping: solo negozi o anche mercatini? tutto!

  2. 1. la cosa che più ti spaventa? perdere le persone che amo
    2. il tuo primo volo aereo? per il viaggio di nozze in Spagna
    3. quanto conta per te l’aspetto fisico e quanto te ne curi? più che altro conta l’ordine..quando esco disordinata mi sento disordinata anche dentro, ma non direi proprio di essere una tipa che si cura tanto per il resto..anzi!
    4. una cosa che non mangeresti nemmeno sotto tortura? i pomodori rossi
    5. la parolaccia che dici più spesso? non ne dico praticamente mai..se proprio proprio mi scappa un c..o dove ci sta bene ce lo metto..
    6. se fossi il personaggio di un libro, saresti… Ci sto pensando e ripendando ma mica mi viene in mente nessuno..
    7. il piatto che cucini meglio? o meno peggio??? scherzi a parte, da quando ho conosciuto il blog di misya mi riesce tutto abbastanza bene, a patto che non sia qualcosa di troppo elaborato
    8. uccideresti chi… nessuno: mi piacerebbe di più far soffrire lentamente ed all’inverosimile chi fa male agli altri..
    9. quanto conta il giudizio degli altri? dipende che sono gli altri: quello degli sconosciuti non conta niente, quello delle persone a cui tengo invece fin troppo..
    10. il libro che hai riletto più volte? non ho l’abitudine di rileggere i libri. L’unico che ho riletto tre volte, diversi anni fa ormai, è Siddharta di Hesse
    11. shopping: solo negozi o anche mercatini? mercatini forse anche più dei negozi, specialmente perchè ci trovo quelle cavolatine che mi piace tanto comprare

    • Be’, in più di un’occasione mi sono sorpresa a guardare con interesse quelli che ikea usa per riempire le librerie dell’esposizione…O_o

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...