Una stagione selvaggia

More about Una stagione selvaggia

Hap e Leonard sono una coppia di protagonisti semplicemente perfetta. I loro battibecchi valgono da soli tutto il romanzo. Ironico, sboccato, dissacrante, diretto e spietato, Lansdale ha una prosa che mi ha decisamente convinta.

Come quando leggo i romanzi con Pedra Delicado, anche qui ho avuto la sensazione che la storia diventasse quasi secondaria di fronte alla forza dei protagonisti. Leonard lo ami dalle prime battute (è decisamente il mio preferito), ma anche Hap sa farsi apprezzare.

Un mostro si chinò su di me. No, era Leonard. Si tolse la maschera e il respiratore di bocca. Mi stava chiamando, ma la sua voce arrivava da molto lontano. Stava chiamando anche qualcun altro. Qualcuno di nome Tessa D’Arazzo. No, un momento. Era testa di cazzo. Per caso ero io?”

Ora non mi resta che mettere in wish list gli altri della serie🙂

Letto per la sfida dell’autore, lettera L. Perfetto per iniziare l’anno.

2 thoughts on “Una stagione selvaggia

  1. Pingback: il tempo di leggere » Bloggando qua e là (10)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...