Il classico del mese: Cent’anni di solitudine

Chapeau!!!

More about Cent'anni di solitudine

Gabriel Garcìa Màrquez narra la storia di una famiglia, i Buendía, seguendone le vicende per sei generazioni, in un mitico villaggio sperduto tra le paludi: Macondo. Lo stile è a tratti favolistico, la narrazione è spaventosamente densa di avvenimenti e i personaggi entrano ed escono dalla scena a ritmo furioso. Il genere mi è decisamente congeniale, perché di solito più c’è affollamento di gente, più i libri mi piacciono. Certo non è una lettura facile e la profusione di Jose Arcadio e Aureliano non aiutano, ma ci sono dei passaggi in cui il suo stile mi ha lasciata senza parole. Lo sfogo di Fernanda durante il periodo della pioggia è un capolavoro di per sé (vale da solo il Nobel, secondo me), leggendolo non ho potuto fare a meno di pensare “WOW, è questo che fa la differenza tra uno che scrive e uno scrittore!!!”

P.S. e pensare che l’ho lasciato per anni sullo scaffale a prendere polvere…

3 thoughts on “Il classico del mese: Cent’anni di solitudine

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...