Gli effetti secondari dei sogni

More about Gli effetti secondari dei sogniPiacevole lettura che devo ad una collega che ha insistito per prestarmi il libro.

Lou Bertignac ha dodici anni ed ha un quoziente intellettivo superiore alla media. La sua famiglia, sua madre soprattutto, vive in un silenzio opprimente nel ricordo di una tragedia dolorosa. A scuola Lou è in una classe avanzata, piena di studenti più grandi con cui non riesce mai a rapportarsi, troppo presa dai suoi pensieri molteplici. Lou passa la maggior parte del suo tempo libero ad immaginare la vita e le emozioni degli altri, meglio se sconosciuti. Per caso, però, incontra No e, come nel miglior copione, la sua vita viene profondamente cambiata da questa conoscenza.

Il libro si legge velocemente, anche se non si tratta di un romanzo imperdibile. Amaro, triste, diretto, ma allo stesso tempo un po’ prevedibile e senza colpi di scena degni di questo nome. Ho comunque apprezzato alcuni passaggi, alcune riflessioni, ben scritti ed efficaci. SPOILER quanto meno va riconosciuto all’autrice il pregio di non aver optato per un improbabile, ma sempre  accattivante, lieto fine FINE SPOILER

Annunci

One thought on “Gli effetti secondari dei sogni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...