Ansia da prestazione

La mezza mela forte della sua nuova amicizia con il libraio vicino al suo ufficio mi ha sommersa di libri nell’ultimo mese (mi ha praticamente svuotato la wish list) e ora ho tutti quei bei titoli che desideravo che mi occhieggiano dai vari scaffali di casa.

Una cliente (anziana) della mezza mela vedendolo passare carico di libri e scoperto che erano per me, si è presentata da lui con due suoi libri e gli ha detto che è felice di prestarmeli. Io me li leggo e poi lui glieli riporta, tanto di libri lei ne ha tanti. Peccato che i libri siano due robe zuccherosissime: Ogni giorno della nostra vita di Nicholas Sparks e (ancora peggio) Rosa d’inverno della Woodiwiss (definita la “regina del Romance”)… Le cose sono due: o torno al vecchio sistema sperimentato in anni di scuola  e fingo di averli letti (tanto statisticamente che probabilità ho di imbattermi nella signora???) oppure mi tocca rifornirmi d’insulina!

Stamattina una collega mi ha prestato Gli effetti secondari dei sogni perchè visto che leggo tanto…

Nel frattempo mi sono imbarcata nella lettura di un mattonazzo da 650 pagine (Cigni selvatici) molto interessante ma certo non di quelli che si leggono in un soffio… e poi ci sarebbe il classico del mese che “dovrei” leggere per mantenere l’impegno con MagicamenteMe…

…inizio ad avere una leggera ansia da prestazione!!! 😉


Advertisements

11 thoughts on “Ansia da prestazione

  1. Dai, Sparks non è malaccio: ne ho letti due e mi sono piaciuti. Meglio la Woodiwiss, perché ha una piacevole ambientazione storica (Rosa d’inverno era -è?- nella mia wishlist) 😉
    È vero che c’è di meglio, ma se hai voglia di rilassarti potrebbero anche piacerti 🙂

  2. ma dimmi un po’, la Pythia che si legge i mattonazzi romantici? 😉 be’, se Rosa d’inverno è nella tua wish list, allora potrebbe non essere così male… devo sentire MagicamenteMe se posso saltare il classico di questo mese e leggerne magari 2 ad aprile… ma non so se mi dà il permesso… 😉

  3. Ebbene sì, ho anch’io le mie debolezze 😛
    La Woodiwiss è stata la mia ancora di salvezza in un periodo in cui avevo pochi soldi da spendere in libri (e non conoscevo ancora il magico mondo delle biblioteche), per cui cercavo edizioni economiche da 400 pagine in su, giusto per farmeli durare. Ogni tanto li riprendo in mano, sono un’ottima via di fuga dalla realtà – a rischio carie, ma son divertenti.

  4. Nuvolette, ma in giro per la rete non ci sono i riassunti di questi due libri??? 😉

    Quanto ai classici del mese abbiamo ancora tempo, neanche io ho ancora iniziato a leggere Fahrenheit 451… tanto posso trovare la storia su wiki ^__^
    no, scherzo.
    Sono alle prese con due libretti dalle 900 pagine e sono troppo curiosa di sapere come finiscono 😉

    • 😀 il fatto che tu sia alle prese con 1.800 pag complessive mi consola… e poi c’è sempre wikipedia che ci può salvare (mica come quando andavamo a scuola che se un libro non lo leggevi ti dovevi industriare a trovare mille vie d’uscita 😉 )

  5. La Woodiwiss è una delle mie scrittrici preferite, ho letto tutti i suoi romanzi e ho anche pianto come una fontana quando ho saputo della sua morte. A distanza di qualche anno, ogni tanto mi capita di riprenderne in mano qualcuno e di sfogliarlo, leggendone qualche pagina. Troppo belli i suoi libri, quindi ti consiglio di leggere “Rosa d’inverno” e sono contenta nel leggere che anche altre ragazze l’abbiano apprezzata. Ciao, fra!

  6. Pingback: Ogni giorno della mia vita | Nuvolette Colorate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...