Il meglio che possa capitare ad una brioche

Cosa succede quando Pablo Baloo Miralles, trentenne disadattato e arrogante, fannullone, misogino, oltre che pecora nera e noto filosofo della Rete, si trova coinvolto in un mistero nel quartiere più “figo” di Barcellona? A bordo di un coupé, Pablo ci guida nei meandri di una storia ricca di allegri sprazzi alcolici, divagazioni veneree, sulle tracce di suo fratello Sebastián, detto The First, presidente della Miralles & Miralles, la prospera azienda di famiglia.

More about Il meglio che possa capitare a una brioche

La trama mi intrigava e le prime pagine mi hanno incoraggiata a proseguire, soprattutto perché Pablo è veramente il massimo esempio di antieroe: un barcellonese senza arte né parte, ricco di suo, che snobba soldi e carriera e conduce un’esistenza dissipata e un po’ da barbone tra canne, talvolta coca, alcool a fiumi, prostitute e disquisizioni filosofiche su un Forum del web.

Purtroppo però il libro non mi ha davvero convinta. La storia è stata tirata un po’ troppo per le lunghe e alla fine gli eccessi di Pablo sono diventati troppo ripetitivi. Peccato perché i personaggi mi sono piaciuti e sono davvero caratterizzati con cura, ma la trama “noir” che dovrebbe fare da contorno non tiene a dovere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...