La giusta distanza

Mi sono imbattuta in questo film facendo zapping (infatti mi sono persa almeno i primi 20 minuti) e sono rimasta affascinata dalla capacità di raccontare di Carlo Mazzacurati (mai visto niente di suo prima).

La giusta distanza” è quella che un giornalista dovrebbe essere in grado di interporre tra sé e gli avvenimenti di cui si trova a riferire: non tanto lontano da suggerire indifferenza, ma neppure così vicino da lasciarsi coinvolgere.

La trama non è scontatissima e la narrazione è delicata, sembra un affresco in cui piano piano compaiono nuovi elementi. La vicenda inizia con il trasferimento di Mara in un piccolo paesino veneto come insegnante nella scuola elementare locale. Qui incontra Giovanni, diciottenne, bravo informatico e aspirante giornalista. Nella sua permanenza, Mara imparerà a conoscere gli abitanti del paesello e avrà una breve relazione con Hassan, un meccanico tunisino perfettamente integrato nella comunità.

Cast con pochissimi volti noti, ma complessivamente un bel film!

Advertisements

4 thoughts on “La giusta distanza

  1. Ciao Frà!!!!!! Beh il film è davvero ben fatto, soprattutto per come viene sviluppato il finale…volevo aggiungere qualche nota alla tua recensione… i volti noti ce ne sono…piu o meno… da F. Bentivoglio, a Battiston, a Balasso e Marina Rocco e Ivano Marescotti…tutti volti che, ci scommetto avrai visto, ma avevano ruoli talmente piccoli che sono andati nel dimenticatoio…
    La protagonista V. Lodovini ora fa molte fiction…Il giovane protagonista è un anonimo, ma bravissimo nel personaggio, liceale di Padova
    Ma….Ma…. tra tutti questi nomi che possono dire tutto e niente…beh….
    …si insomma… ci sono pure io!!!!! …come comparsa… un poliziotto nella scena lungo il Po
    PS il piccolo paesino veneto è a 10 km da casa mia

    Ste

  2. @Ste: non ci credo!!! Cacchio, ora mi tocca scaricarlo per vederlo con calma!!! 🙂
    Il riferimento ai volti “poco noti” era proprio dovuto al fatto che, a parte Bentivoglio, non c’è un cast da capogiro (di quelli stranoti e strapagati), ma il risultato è comunque ottimo!!!
    La Lodovini ha fatto Il passato è una terra straniera, bel film (anche se il libro è decisamente meglio…)

  3. Mazzacurati è bravo…questo film non l’ho visto ma me ne avevano parlato bene…lo vedrò! 🙂
    Se ti piace il suo lavoro ti consiglio il recentissimo “La Passione” con Silvio Orlando e Corrado Guzzanti…un bel film…
    Besitos! ^^

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...