Lentamente muore

Sono un po’ giù in questo periodo e quando mi sento così, di solito rileggo questa poesia di Neruda. Le sue parole riescono sempre a tirarmi fuori di nuovo la voglia di vivere. 🙂

Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine,
ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
chi non cambia la marca o colore dei vestiti,
chi non rischia,
chi non parla a chi non conosce.

Lentamente muore chi evita una passione,
chi vuole solo nero su bianco e i puntini sulle i
piuttosto che un insieme di emozioni;
emozioni che fanno brillare gli occhi,
quelle che fanno di uno sbaglio un sorriso,
quelle che fanno battere il cuore
davanti agli errori ed ai sentimenti!

Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,
chi è infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza per l’incertezza,
chi rinuncia ad inseguire un sogno,
chi non si permette almeno una volta di fuggire ai consigli sensati.

Lentamente muore chi non viaggia,
chi non legge,
chi non ascolta musica,
chi non trova grazia e pace in sè stesso.

Lentamente muore chi distrugge l’amor proprio,
chi non si lascia aiutare,
chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,
chi non risponde quando gli si chiede qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi,
ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo di
gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare!

Soltanto l’ardente pazienza porterà al raggiungimento di
una splendida felicità.

– Pablo Neruda –

6 thoughts on “Lentamente muore

  1. Ciao ^o^
    Spero ke il tuo essere giù dipenda, come dice Neruda, da una snervante e corrosiva routine quotidiana e non da una più profonda insoddisfazione 😦
    Di solito, per tirar sù gli amici, fo lo scemo o le facce buffe: è vero che un sorriso estemporaneo non risolve il suo umore, ma… fa star meglio me che lo/la vedo ridere! ;-p
    un abbraccio eeeEEEENORME!!!
    ops… troppo forte? sentivo degli scricchiolii… erano le tue ossa, vero?
    ciao

  2. @RobDaNod: si tratta decisamente della snervante e corrosiva routine quotidiana condita con qualche problema più o meno serio… ma passerà!
    Leggere questa poesia mi aiuta, perchè da la giusta prospettiva delle cose e per me che vivo con il sorriso sulle labbra SEMPRE essere giù è una condizione davvero insopportabile 😉
    Grazie per l’abbraccio (non è mai troppo forte), ricambio!!!

  3. @RobDaNod: purtroppo no 😦 anzi, ieri è stata una giornata infernale dall’inizio alla fine, con una sequela di negatività… e oggi ho iniziato la giornata con un bel pagamento alla Cassa Forense che proprio non può metterti di buonumore 😦

  4. è una bella poesia,
    che invita all’attesa delle cose,
    con la pazienza e l’ascolto attento di noi stessi e delle cose del mondo..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...