La sfida a tema 2 – bilancio finale

Anche per questa seconda mance della sfida a tema devo dare un giudizio complessivamente positivo. Gira che ti rigira è facile finire a leggere sempre le stesse cose (soprattutto per una come me che se entra in fissa con un argomento non ne finisce più di parlarne) e allora ben venga essere spronate ad allargare gli orizzonti.

In questa seconda sfida ho letto:
Per il tema Guerra ho letto Buskashì di Gino Strada. Bellissimo, anche se si tratta di un vero pugno allo stomaco. Letture così aiutano a guardarci intorno con occhi diversi, ad interrogarci su certe informazioni che ci vengono trasmesse, ad apprezzare la vita come valore assoluto.
Poi siamo passati al Danubio e qui Auryn mi ha consigliato un sorprendente La sorella di Mozart che mi ha piacevolmente deliziata tra musica e vicende private. Sul filo del romanzo storico, molto ben scritto, consigliato a chi ama la musica.
Per il Rosso ho letto Gomorra di Saviano. Da tanto rimandavo questa lettura e avere l’occasione di cimentarmi l’ho presa al volo. Un libro dai temi sconvolgenti, diretto spietato e spiazzante. Scritto in una forma che non mi ha proprio entusiasmata, ma è il classico caso in cui il contenuto vale di più della forma.
Per il più leggero tema dell’Arcobaleno e per la storia a lieto fine mi sono rifugiata in un delizioso chick lit: Tre giorni tre. Piacevole e divertente.
Ho affrontato gli Spiriti con Il fantasma di Canterville di Wilde sul quale ogni commento mi sembra superfluo: si può non adorarlo?
Il Sole mi ha vista alle prese con un classico difficile e completamente fuori dai miei schemi (ma forse per questo intrigante): La svastica sul sole. Si è rivelata una lettura tutt’altro che facile, ma che fornisce moltissimi spunti di riflessione e di pensiero. L’ucronia fatta libro.
E per finire Musica con La sonata di Kreutzer, alle prese con un Tolstoj moralista e un po’ bacchettone, ma decisamente d’effetto.

Per quanto riguarda il gradimento direi che più o meno corrisponde all’ordine di lettura, con il primo che è forse quello che mi ha lasciato di più e l’ultimo che invece non mi ha particolarmente entusiasmata. E ora mi preparo per la terza edizione che dovrebbe partire a settembre. 🙂

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...