La svastica sul sole

Il romanzo di Philip K. Dick (vero titolo The man in the high castle) è il massimo esempio di letteratura ucronica. Probabilmente ispirato dalla visione di un documentario di Frank Capra, Dick da vita ad una realtà More about La svastica sul solealternativa sorprendente: seconda guerra mondiale, gli Alleati vengono spazzati via dalla potenza dell’Asse, Giappone e Germania si spartiscono il territorio americano. Si tratta di un romanzo strano e difficile. Dick non mostra alcun interesse a voler realizzare un romanzo storico, i dettagli sono pochi così come le informazioni che offre circa il nuovo assetto mondiale creatosi. Lascia spazio alla mente del lettore e fornisce solo dettagli saltuari qua e là. I protagonisti sono essenzialmente strumenti per raccontare altro e per mostrare gli aspetti che gli interessano. Il lettore sotto questo aspetto non è agevolato in nulla, deve capire e orientarsi autonomamente.

Dick introduce nella narrazione un curioso gioco di specchi: spopola un libro vietato dal Reich, tutti lo leggono e ne sono affascinati. Si tratta di un romanzo in cui viene narrata la storia di un mondo in cui sono stati gli Alleati a vincere la guerra e non l’Asse. Nemmeno questo libro però si attiene ad una fedele narrazione storica, è più uno strumento utilizzato dall’autore per fare emergere i sentimenti discordanti dei protagonisti.

L’aspetto che forse spiazza di più a fine lettura è la presa di coscienza dell’estrema somiglianza tra i massimi sistemi sia nelle reali vicende storiche sia in quelle immaginate da Dick. L’uomo è comunque spinto a cercare il predominio assoluto, si tratti di Guerra Fredda o delle mire espansionistiche del Reich.  

Un libro da leggere, soprattutto per per le mille sfaccettature che contiene, un’ucronia da apprezzare e conoscere, ma sicuramente non una lettura facile e agevole, che qualche volta affatica un po’.

5 thoughts on “La svastica sul sole

  1. Questo libro mi interessa già da un po’. In generale, comunque, i racconti ucronici mi affascinano tutti. Ne conosci qualcun altro?

  2. @Ivy: ne avevo preso uno tramite aNobii (Il colombo divergente) ma con quello ho fatto ancora più fatica ad entrare in sintonia…

  3. ma perché ho letto questo post?
    Perché?
    Adesso urgono maggiori dettagli, ma sono già interessata e incuriosita.

  4. @MagicamenteMe: che dettagli vuoi? sono a tua disposizione 😉
    @Aldo: bel libro, anche se indubbiamente difficile e per certi aspetti forse troppo oscuro…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...