Memorie di Adriano

Da tempo volevo leggere le Memorie di Adriano. La sfida del protagonista (lettera A) è stata fatale, ma la recensione di Francy75000 che trovate qui è stata il vero incentivo a prenderlo tra le mani.

More about Memorie di Adriano

Bello senza compromessi. Non leggero, nè avvincente (su questo Francesca ha pienamente ragione), ma incantevole. Come Marguerite Yourcenar sia riuscita a produrre un tale capolavoro è un mistero. Solo una persona di una sconfinata cultura e di una penna eccellente poteva rendere un tale omaggio all’Imperatore Adriano. Con il senno di poi confesso che una ripassatina alla storia romana prima di accingermi alla lettura non mi avrebbe fatto male (ho rimediato con saltuarie visite a Wikipedia), ma anche così il libro mi ha affascinata.

Adriano, in punto di morte, racconta la sua vita al successore Marc’Aurelio (nipote adottivo) e lo fa senza filtri, scoprendo l’uomo nascosto dietro la figura dell’imperatore. Forse l’aspetto più impressionante è che i temi trattati sono spesso di un’attualità sconcertante. Le sue riflessioni sulle leggi, sull’importanza della cultura e della conoscenza “dell’altro”, sulla morte, sull’amore sono pagine indelebili che vien voglia di ricopiare e custodire. La sua sete di sapere, scoprire, comprendere contagia il lettore. Come non sentire viva la critica di Adriano al comportamento del popolo romano nei rapporti con i barbari che, dice, in tanti anni di vicinanza non solo non si sono mai presi la briga di conoscere, ma nemmeno di sopportare? Adriano non ama la guerra (pur essendosi distinto in battaglia), cerca la serenità, ama viaggiare e conoscere, ama circondarsi di cose belle.

Davvero toccanti sono le pagine in cui parla del suo amore per Antinoo, mentre mi hanno lasciato senza parole quelle in cui affronta l’aspetto della divinità dell’imperatore. Superbo.

Nella mia edizione, in fondo, sono stati inseriti I Taccuini d’appunti dell’autrice (annotazioni di studio, lampi di autobiografia, ricordi, vicissitudini della scrittura). Scoprire come questo capolavoro sia nato è davvero affascinante, perfeziona la conoscenza di un’opera che fu pensata, composta, smarrita, corretta per quasi un trentennio.

Da leggere!

6 thoughts on “Memorie di Adriano

  1. non vorrei dire te l’avevo detto, ma te l’avevo detto! 😄 Quando sono andata a Berlino al Pergamon Museum c’era una sezione dedicata alle statue di Antinoo ritrovate in tutto l’impero. C’ho passato un’ora! Praticamente conosco il volto a memoria del “giovane levriero”. Mi hai fatto venire voglia di leggerlo di nuovo!

  2. @Auryn: fidati che merita!
    @Francy: quando hai ragione, hai ragione!!! 😉 già avevo voglia di andare a Berlino, dopo questa rivelazione sul Pergamon Museum, ancora di più!!!

  3. La Youcenar è un genio. Memorie di Adriamo è più che un romanzo, è quasi una autobiografia della scrittrice in relazione alla vita dell’imperatore romano. Non si legge con moltissima semplicità ma è un libro che non può mancare assolutamente. Buona lettura!

  4. Pingback: Giorgio Albertazzi recita Memorie di Adriano | Nuvolette Colorate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...