Spirito

Sempre più difficili le mie sfide…

Per marzo la Sfida a tema prevede libri sullo SPIRITO

Secondo Wikipedia per “spirito” si può intendere, in ambito filosofico-religioso, quell’essenza metafisica dello spazio dimorante all’interno dell’uomo.
Io vorrei che questo tema fosse inteso in un duplice modo:
1)secondo la prima interpretazione, “spirito” viene ad essere un sinonimo di “spettro”, “fantasma”, intesi come creature del paranormale. In questa prima accezione del termine, si possono leggere libri il cui tema centrale sia l’incontro con il paranormale cioè romanzi il cui protagonista (o comunque in cui la vicenda) ha a che fare con fantasmi o esseri simili. Vanno bene anche libri in cui uno dei personaggi è in grado di vedere/comunicare con gli “spiriti” dei morti.
2)secondo un seconda interpretazione, un po’ più complessa della precedente, per “spirito” intendo la spiritualità in generale, intesa come l’insieme delle credenze filosofiche-religiose.
Per questa seconda accezione del termine si possono leggere libri le cui vicende sono fortemente influenzate da un contesto religioso qualsiasi. Penso, ad esempio, a storie in cui il rapporto tra l’uomo e una divinità (una o molteplici, senza distinzioni) ricalca un ruolo importante. Vanno bene anche storie che hanno a che fare con realtà religiose-filosofiche in cui non ci sono divinità ma solo un processo di elevazione spirituale del proprio Io interiore. “

e ora, che mi leggo???

P.S. non sono morta, ma al lavoro stanno provando a farmi fuori con dosi massiccie di rotture di scatole 😉 tengo duro, promesso!!!

Annunci

8 thoughts on “Spirito

  1. Mi viene in mente solo Siddhartha, per il coinvolgimento dello spirito ..
    Coi fantasmi sinceramente mi è capitata ben poca roba sotto le mani: ora ci penso e vedo di trovarti qualcosa 😉

  2. “Il fantasma dell’opera” di Gaston Leroux.
    “Il fantasma di Canterville” di Oscar Wilde.
    “Il guardiano dello spirito” di Nahoko Uehashi (libro fantasy della saga di Balsa).

  3. Spiriti-fantasmi:
    – Il giro di vite, ma non mi è piaciuto molto
    – L’allievo, terrorizzante, non so se sia il tuo genere
    – Ricordati di me, romanzo per adolescenti, ma molto profondo
    – Lo schiavo del tempo, forse uno dei meno riusciti della Rice, ma molto avvincente, soprattutto nella prima parte ambientata in Mesopotamia, nei tempi antichi.
    – L’ora delle streghe, sempre della Rice, protagonista uno spirito bello tosto, anche questo da incubi
    – L’amuleto di Samarcanda, fantasy divertentissimo

    Spirito-anima:
    – Terzani, in generale, ma in particolare Un indovino mi disse, interessante anche se sotto forma di saggio è un po’ lento
    – Narciso e Boccadoro, io l’ho vissuto in modo molto spirituale, forse più di Siddharta
    – se proprio non hai scelta, L’uomo che voleva essere felice, un riciclaggio di Leo Buscaglia ai limiti del plagio, ma messo a mo’ di racconto con ambientazione Polinesiana

    Se mi viene in mente altro ti fo sapere 🙂

  4. si parla di spiriti, in senso di presenze, anche in La lettrice bugiarda e Io sono Helen Driscoll di Richard Matheson

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...